SKY-TAXI SCHOOL : corsi di formazione per l'abilitazione professionale conducenti taxi


Ti sei perso nella giungla burocratica?
- Tranquillo, è normale

Confuso su come agire?
- Non c'è problema

Vorresti qualcuno al tuo fianco che ti guidi?
- Ci siamo noi per questo!

Orario Corsi: lunedì e giovedì dalle 19:30 alle 21:30
Corso base di inglese: martedì dalle 19:30 alle 21:30


Da settembre 2011 presso la nostra sede in viale del Ghisallo, 4 Milano vengono organizzati i corsi di formazione per l'abilitazione professionale conducenti taxi.

Per informazioni chiamare ai n. di ufficio 02 33490381 – 02 536340 oppure al recapito telefonico del nostro insegnante Marco Coppa al 366 3104070.

Le risposte a tutte le tue domande

ISCRIZIONE AL RUOLO

1 - Dove si sostiene l'esame per l'iscrizione al ruolo provinciale dei conducenti di autopubbliche ?
L'esame per l'iscrizione al Ruolo Provinciale dei conducenti di autopubbliche si tiene in Provincia. Le modalità complete sono descritte nel documento che si trova seguendo il seguente collegamento: modalità per l'esame

2 - L'iscrizione al ruolo ha una scadenza ?
Una volta superato l'esame per l'iscrizione al Ruolo conducenti, si dovrà pagare un bollettino per la definitiva iscrizione nel registro. Dopo questa formalità si resta iscritti al Ruolo a tempo indeterminato. L'unico motivo per cui si viene cancellati dal registro è la perdita dei requisiti, che viene (sarebbe meglio dire dovrebbe essere) verificata ogni cinque anni.

3 - Il Ruolo Conducenti autopubbliche è valido anche in altre province o regioni ?
Il Ruolo è provinciale e quindi abilita all'intestazione della licenza all'interno della Provincia in cui viene conseguito.

4 - L'iscrizione al ruolo conducenti è uguale per TAXI e N.C.C. ?
Il Ruolo di conducenti autopubbliche è lo stesso per chi svolge attività di taxi e di noleggio con conducente. Anche l'esame è lo stesso.

CORSO PROFESSIONALE ISCRIZIONE AL RUOLO

1 - Quali sono i requisiti minimi per partecipare al corso ?
Per frequentare il corso basta avere la patente ed essersi assicurati di avere i requisiti minimi (o intenzione di acquisirli) per poter esercitare l'attività di tassista o noleggiatore.

2 - Quanto costa l'iscrizione al corso ?
L'iscrizione ha un costo di € 300,00. Il corrispettivo pagato dà diritto alla frequenza delle lezioni per il periodo necessario a sostenere l'esame di abilitazione (massimo un anno).

3 - Quale materiale serve per frequentare il corso ? Dove si può acquistare ?
Il materiale necessario per frequentare il corso e per studiare viene consegnato dall'insegnante presente alla prima lezione che si intende seguire.

4 - Come/dove/quando ci si iscrive al corso ?
Per poter completare l'iscrizione al corso si devono fornire le proprie generalità, fare fotocopiare (gratuitamente) presso gli uffici dello 024000 un documento di identità, la patente, il codice fiscale e, se già si possiede, il Certificato di Abilitazione Professionale (CAP). Gli uffici per iscriversi al corso sono in viale del Ghisallo 4, a Milano, aperti, dal Lunedì al Venerdì, con orario continuato dalle ore 09:00 alle ore 17:00. L'indirizzo è anche quello dello svolgimento delle lezioni (Martedì e Giovedì, dalle ore 21:00 alle ora 23:00).

5 - Come si svolgono le lezioni ?
Le lezioni si svolgono a cicli continui. Si può iniziare quindi a frequentare in qualsiasi momento ed essere sicuri di seguire tutto il programma. Gli insegnanti tengono anche un registro delle domande rivolte ad ogni singolo partecipante in modo da seguirlo in modo accurato. Le lezioni si tengono nei giorni di Martedì e Giovedì ed hanno una durata di circa due ore.

6 - Quanto dura il corso ?
La durata minima del corso varia da 40 a 60 giorni, coincidenti con il tempo tecnico di accoglimento della domanda per sostenere l'esame alla Provincia. In ogni caso se non ci si sente pronti per sostenere l'esame, si può rimandare a quello successivo, non oltre l'anno solare dalla data di iscrizione.

7 - Dopo quanto tempo si può sostenere l'esame ?
Le sessioni di esami si svolgono a distanza di circa 40 giorni l'una dall'altra. L'accoglimento della domanda per sostenere l'esame può avvenire in un tempo che varia dai 40 ai 60 giorni, dopodiché si può sostenere l'esame.

8 - Bisogna associarsi al Centro Servizi per poter frequentare il corso ?
Per frequentare il corso bisogna essere soci di categoria speciale (art. 7 dello Statuto). Con l'iscrizione si diventa automaticamente soci di categoria speciale, con lo scopo di seguire le lezioni e poi, una volta conseguita l'iscrizione al ruolo e l'intestazione di una licenza, diventare soci effettivi del Centro Servizi.

9 - Per frequentare le lezioni è necessario aver conseguito il Certificato di Abilitazione Professionale (CAP) ?
No. Il CAP è necessario per presentare domanda in provincia e sostenere l'esame. Per frequentare il corso non serve averlo già conseguito.

10 - Con il corso si consegue anche il Certificato di Abilitazione Professionale (CAP) ?
No. Il CAP si può ottenere presso una scuola guida abilitata o da privatista sostenendo un apposito esame.

LA LICENZA

1 - Dove è possibile avere la residenza per essere intestatario di una licenza del Comune di Milano ?
Il Regolamento del Comune di Milano (art.9) prevede che per essere titolari di licenza taxi si debba essere residenti nel Comune di Milano o in altro Comune della Provincia ovvero in un Comune dell'area comprensoriale, o in un Comune non distante oltre 50 Km. da Milano; Con il seguente collegamento si può controllare una lista dei comuni in cui si può risiedere per essere abilitati ad essere titolari di licenza taxi del comune di Milano. - lista comuni -

2 - Quali sono i requisiti minimi per poter essere intestatari di licenza ?
Il Regolamento Comunale, stabilisce agli artt.9 e 10 i requisiti minimi per diventare titolare di licenza del Comune di Milano. Di seguito ne riportiamo il testo:

"[...]

ART. 9 - Requisiti per l'assegnazione delle licenze di esercizio taxi
Le licenze sono assegnate mediante concorso ai singoli in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso:

  • a) età non superiore ai 55 anni;
  • b) cittadinanza italiana ovvero di altro Stato dell'Unione Europea, nel qual caso l'interessato dovrà dimostrare di possedere una adeguata conoscenza della lingua italiana;
  • c) non avere riportato una o più condanne definitive a pene detentive complessivamente superiore ai due anni per delitti non colposi, salvo non sia intervenuta amnistia o riabilitazione;
  • d) essere iscritto nel ruolo dei conducenti di cui all'art. 6 della Legge 15.1.1992 n. 21 presso la C.C.I.A. di Milano;
  • e) residenza nel Comune di Milano o in altro Comune della Provincia ovvero in un Comune dell'area comprensoriale, qualora determinata a norma di legge, o in un Comune non distante oltre 50 Km. da Milano;
  • f) non essere stato titolare in passato di licenza taxi ovvero di autorizzazione per il servizio di autonoleggio da rimessa con conducente a mezzo autovettura;
  • g) non essere titolare contemporaneamente di altra autorizzazione o concessione amministrativa e, comunque, non svolgimento con carattere di continuità e professionalità di altra attività.

ART. 10 - Condizioni per la trasferibilità della licenza di esercizio taxi
La licenza per l'esercizio del servizio taxi pur essere trasferita, su richiesta del titolare, ad altro soggetto dallo stesso designato, quando il titolare stesso si trovi in una delle seguenti condizioni:
  • a) sia titolare della licenza da cinque anni;
  • b) abbia raggiunto il 60esimo anno di età;
  • c) sia divenuto permanentemente inabile o inidoneo al servizio per malattia, infortunio o per ritiro definitivo della patente di guida.
Il soggetto designato pur acquisire la titolarità della licenza alle seguenti condizioni:
  • a) possesso dei requisiti di cui alle lettere b), c), d), e), g) dell'art. 9;
  • b) non essere stato, nel quinquennio precedente, titolare di licenza di esercizio taxi ovvero di autorizzazione per il servizio di autonoleggio da rimessa con conducente a mezzo autovettura.
[...]"

3 - Si può svolgere un altro lavoro mentre si è intestatari di licenza taxi ?
Al momento del trasferimento della licenza bisogna essere disoccupati e non essere titolari o prestatori di opera di società di qualsiasi genere.

4 - Chi può essere intestatario di licenza taxi ?
La licenza può essere intestata esclusivamente ad una singola persona.

IL SERVIZIO TAXI

1 - Come si svolgono i turni di servizio ?
I turni di servizio sono assegnati dall'Ufficio Autopubbliche di Via Messina, 53 a Milano, su richiesta dell'interessato. Il turno può essere modificato dopo almeno 5 giorni dalla precedente assegnazione. Il Regolamento prevede 11 turni di 10 ore, che iniziano in corrispondenza di ogni ora del giorno e due turni discontinui (con una pausa). Il seguente collegamento porta ad una tabella completa dei turni del comune di Milano e di altri comuni. - tabella turni -

2 - Come funziona il "FUORI SERVIZIO" ?
Il taxi che non è in turno (oltre le dieci ore dal numero contrassegnato sul cartoncino del turno esposto anteriormente e posteriormente alla vettura) deve sovrapporre al numero del turno il cartoncino indicante la scritta "FUORI SERVIZIO". In queste condizioni la vettura è equiparata ad una vettura privata e non può occupare gli spazi riservati alle vetture pubbliche (posteggi, corsie preferenziali,ecc.) Il fuori servizio entra in vigore anche se si deve lasciare momentaneamente la vetture per sbrigare pratiche personali o altro che comunque implichi una sospensione temporanea del servizio.

3 - Come si effettua la collaborazione familiare ?
La collaborazione familiare è regolamentata dall'art.15 del Regolamento Comunale - vai al Regolamento -

4 - Come si effettua l'abbinamento ?
L'abbinamento è regolamentato dall'art.20 del Regolamento Comunale - vai al Regolamento -

5 - Esistono dei contributi per l'acquisto di taxi cosiddetti "ecologici" ?
I contributi per l'acquisto o la trasformazione delle vetture taxi vengono erogati dalla Regione Lombardia dopo l'emissione di un bando annuale. In genere i contributi sono cumulabili con quelli statali. Per le regole dell'assegnazione però bisogna attenersi a quanto pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia di volta in volta. -burl-

UTENTI DI TAXI

1 - Quali sono le tariffe in vigore ?
Le tariffe in vigore ne Comune di Milano sono riepilogate nel tariffario che deve essere esposto in vista su tutte le vetture.

2 - Come funziona il "FUORI SERVIZIO" ?
Il taxi che non è in turno (oltre le dieci ore dal numero contrassegnato sul cartoncino del turno esposto anteriormente e posteriormente alla vettura) deve sovrapporre al numero del turno il cartoncino indicante la scritta "FUORI SERVIZIO". In queste condizioni la vettura è equiparata ad una vettura privata e non può occupare gli spazi riservati alle vetture pubbliche (posteggi, corsie preferenziali,ecc.) Il fuori servizio entra in vigore anche se si deve lasciare momentaneamente la vetture per sbrigare pratiche personali o altro che comunque implichi una sospensione temporanea del servizio.

3 - Si può scegliere la vettura ?
Il cliente ha il diritto di scegliere la vettura che preferisce, mentre il tassista non può rifiutarsi di effettuare una corsa se non per i motivi previsti dal Regolamento Comunale

4 - A chi ci si deve rivolgere per chiamare o prenotare un taxi ?
Per chiamare un taxi si hanno più possibilità: 1- ci si può recare o chiamare il numero di telefono del posteggio taxi più vicino; 2- si può chiamare il numero unico 848814781 che chiama in sequenza i posteggi taxi più vicini al telefono dal quale viene effettuata la chiamata; 3- si può chiamare un radiotaxi che comunicherà il tempo di attesa e la sigla del taxi che verrà inviato; Le centrali radiotaxi possono anche ricevere prenotazioni: al momento desiderato invieranno il taxi libero più vicino.

5 - Quali sono gli uffici comunali competenti in materia di taxi ?
L'ufficio di competenza per le autopubbliche del Comune di Milano è l'ufficio Autopubbliche in Via Messina 53. Nei pressi dell'ufficio Autopubbliche ci sono anche le officine per il montaggio e il controllo dei tassametri e le sedi di diverse associazioni di categoria.


Quali requisiti e quali titoli occorrono per diventare tassista

L'accesso alla professione di conducente taxi è disciplinato da specifiche norme che definiscono quali requisiti soggettivi occorre possedere e quali abilitazioni o certificazioni di carattere tecnico/professionale si debbano conseguire a tale scopo.
Fonte: sito del comune di Milano

Requisiti soggettivi

  • avere 21 anni oltre il quale è possibile conseguire le abilitazioni professionali necessarie;
  • avere la cittadinanza italiana ovvero di altro Stato dell'Unione Europea;
  • non avere riportato una o più condanne definitive a pene detentive complessivamente superiore ai due anni per delitti non colposi, salvo non sia intervenuta amnistia o riabilitazione;
  • avere la residenza nel Comune di Milano o in un Comune non distante oltre 50 Km. da Milano (indicati nell'elenco allegato);
  • aver assolto l'obbligo scolastico;
  • non essere titolare contemporaneamente di altra autorizzazione o concessione amministrativa e, comunque, non svolgere con carattere di continuità e professionalità altra attività.
Per ulteriori approfondimenti, è possibile consultare le seguenti norme (allegate): legge n. 21/1992 (legge quadro per i servizi pubblici non di linea), con particolare riferimento all'articolo 6; legge regionale n. 20/1995 (attuativa della legge quadro nazionale), con particolare riferimento agli articoli 9 e 10; Regolamento comunale, articoli 9 e 15.

Requisiti tecnico/professionali

  • essere titolare di patente di guida di categoria B o superiore;
  • essere titolare di certificato di abilitazione professionale di tipo corrispondente alla patente posseduta conseguibile presso gli Uffici della Motorizzazione civile;
  • conseguire l'iscrizione al ruolo provinciale dei conducenti di veicoli adibiti a servizi pubblici non di linea, conseguibile presso la Provincia di Milano;
  • acquisizione della titolarità di licenza taxi ed espletamento dell'attività.
La legge n. 21/1992 (articoli 8 e 9) ed il Regolamento comunale, oltre a stabilire l'impossibilità di cumulo di più licenze in capo ad un medesimo soggetto, disciplina le modalità per avere la licenza taxi che si ottiene mediante concorso pubblico o trasferimento da altro soggetto intenzionato a cessare l'attività.

Il titolare di licenza può essere solo una persona fisica.

Il servizio deve essere svolto esclusivamente dal titolare della licenza. Esistono tuttavia forme di attività tramite conducenti diversi dal titolare, quali i collaboratori familiari o il sostituto alla guida.

La recente legge n. 248/2006 (legge Bersani), art. 6, ha introdotto ulteriori innovazioni sul servizio taxi, permettendo la possibilità di affiancare al titolare della licenza un secondo conducente (in possesso di tutti i requisiti abilitanti alla professione) che svolga il servizio con un turno aggiuntivo.

Allegati

Legge n. 21_1992

Legge quadro n. 21/1992 per i servizi pubblici non di linea | 124 Kb

Legge regionale 20_1995
Legge regionale n. 20/1995 attuativa della legge quadro | 532 Kb

Art. 6 legge 248_2006
Legge 248/2006 (Bersani) - Art. 6 Interventi per il potenziamento del servizio di taxi | 95 Kb

Regolamento taxi del Comune di Milano
Regolamento del Comune di Milano| 89 Kb

Elenco comuni x residenza tassisti
Elenco dei comuni nei quali possono risiedere i titolari di licenza taxi del Comune di Milano o i conducenti delle stesse | 41 Kb

Siti utili